Il tempo delle mimose…

Febbraio è il periodo della fioritura delle Mimose. Le nostre vallate sono cosparse con macchie di un colore giallo dorato che sembra annunciare l’arrivo della primavera……

La mimosa, o l’acacia, appartiene alla famiglia delle mimosacee originaria dell’America del Sud. Rappresenta uno dei fiori “tradizionali” per l’export da Sanremo: già dalla fine dell’800 fronde di mimosa venivano spedite in tutta Europa. Oggi, ad eccezione della ricorrenza dell’8 marzo, vengono esportate in molti Paesi europei ed extraeuropei, in modo particolare in Germania, Svizzera, Stati Uniti, Giappone, Regno Unito, Austria.

La produzione di mimosa, che interessa tutto il Ponente Ligure, con particolare riferimento alle valli Nervia, Crosia, Argentina si estende su una superficie totale di circa 350 ettari, pari al 40% della superficie totale coltivata a fronde fiorite. In provincia di Imperia ci sono oltre 1600 aziende coltivatrici di mimosa: la produzione annua nel Ponente ligure si aggira sui 36000 quintali, pari a circa il 95% dell’intera produzione nazionale,

La mimosa, insieme alla ginestra, connota profondamente la Riviera Ligure di Ponente.

Le mimose esigono un clima mite durante tutto l’anno e preferiscono luoghi caldi e soleggiati. Possono resistere fino a temperature minime di – 5°C senza subire danni irreversibili. Nella Riviera di Ponente il clima di coltivazione della mimosa è ideale, poiché gli inverni sono miti e la temperatura raramente scende sotto lo zero.

 

la mimosa, il fiore simbolo delle donne

Nell’inverno del 1908, a New York , le operaie dell’industria tessile Cotton scioperarono chiedendo migliori condizioni di lavoro. Lo sciopero durò alcuni giorni, finché l’8 marzo il proprietario Mr. Johnson, bloccò tutte le porte dell’opificio e imprigionò le scioperanti nella fabbrica alla quale venne appiccato il fuoco. Tra le vittime vi erano molte immigrate, tra cui anche delle italiane, donne che cercavano di affrancarsi dalla miseria con il lavoro.

Fu Clara Zetkin, leader socialista tedesca e direttrice del giornale socialdemocratico tedesco Gleichheit, a proporre che l’8 marzo sia osservato, ogni anno, come la Giornata Internazionale delle Donne i come giornata di lotta internazionale per ricordare il tributo di sangue pagato dalle donne nella lotta contro lo sfruttamento e per l’emancipazione sociale, per diffondere, sostenere e trasmettere di generazione in generazione in tutto il mondo il grande ideale dell’emancipazione della donna.

La scelta del fiore-simbolo è stata fatta nel 1946 dall’Unione Donne Italiane (UDI ) e fu scelta la mimosa, che tra l’altro fiorisce proprio nel periodo della festa, perché il giallo esprime vitalità, forza e gioia; il giallo poi rappresenta il passaggio dalla morte alla vita e ricorda le donne che si sono battute per la nascita di un mondo giusto. Il suo dono significa anche che il mondo sarebbe grigio, triste, povero senza la creatività e vitalità femminili. La mimosa, profumata e poco costosa, apparve subito come il fiore adatto. La mimosa come simbolo e dono in questa giornata è una usanza italiana.

Fu una scelta indovinata, un’idea di grande successo, visto che è rimasta stabile fino ai nostri giorni. Si offre alle ragazze, alle mogli e alle amiche, alle impiegate nei luoghi di lavoro e alle mamme. E’ un dono che viene fatto non solo dagli uomini, ma si usa regalarsela anche fra donne. E oltre ad essere un fiore profumatissimo e durevole, lo si trova l’8 marzo come “logo” di tanti manifesti, cartoline e copertine di giornali.

Fonte:

http://www.fioriweb.it

http://www.rivieraligure.it/

2 risposte a “Il tempo delle mimose…

  1. Buongiorno,
    sono un attore, cantante e scrittore. Vi scrivo appunto per quest’ultima mia “attività” e per illustrarvi il mio nuovo libro intitolato “Il Tempo delle Mimose”.
    Il libro narra l’amore visto sotto tutte le sfaccettature possibili: amore come tensione verso un ideale assoluto, amore come percorso di conoscenza di sé e degli altri, come sentimento perfetto che appartiene solo a chi ha il coraggio di vivere appieno la propria vita. Con questo libro non voglio raccontare solo l’amore tra uomini e donne, ma semplicemente tra persone, ritenendo che sia ingenuo tentare di definire i ruoli in amore e volerlo fare sarebbe solo basarsi su presupposti privi di fondamenta, in una società globalizzata e multi raziale, considerata moderna, solo perché siamo il cosi detto occidente. Vicende d’amore, mafia e arte fanno poi da contorno..

    Dal libro è nato anche l’omonimo film in uscita prossimamente.
    Sarà nelle librerie dal 5 luglio, nel frattempo si può già ordinare online su Feltrinelli.

    Vi allego la pagina facebook dove trovate tutte le info http://www.facebook.com/iltempodellemimose

    Massimiliano Loriga

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...