Passeggiando un po più là…. Valle Arroscia, Cervo e Albenga

La strada dei cacciatori tra Chiappa e Cervo

Attraversando uliveti, seguiamo vecchie mulattiere fino a Chiappa  e poi ci rechiamo sul crinale che passa molto vicino ai vecchi edifici rurali “Caselle”. Dopo aver superata la cima, dominata  della tipica macchia mediterranea, si sale lentamente sul “vecchio sentiero dei cacciatori ‘ che ci offre una splendida vista sulla costa e le montagne,fino a Cervo, un gioiello medievale su un promontorio, circondato dalle onde del Mar Ligure.

Modifica del livello: + 370 metri, -400 metri.

Durata del percorso: 5 ore (compresi le fermate e la visita di Cervo).

Camminata su mulattiera sterrata e asfalto.

Albenga – Alassio (Lungo la via Julia Augusta)

In epoca romana Albenga era uno dei maggiori centri della Liguria. Di quel tempo restano ancora numerose testimonianze lungo l’antica via che conduce ad Alassio. Si cammina su un largo e comodo sentiero panoramico, che in piccoli tratti conserva il selciato originale della via Julia Augusta, proponendoci un tuffo nel passato di 2000 anni fa. Il percorso offre belle vedute sul mare e sull’isola Gallinara. Raggiunto il Belvedere della chiesa di Santa Croce, si scende con stradine fino alla località di Alassio, importante centro balneare. Si visita il suo centro storico e si attraversa il caratteristico “budello”, una lunga e stretta via incastonata fra le case, cuore commerciale della città, ricca di caffè e bei negozi.

Dislivello: + 83 m / -83 m circa

Tempi circa: 2,30 ore circa

Difficoltà: Turistico/ Escursionistico

Per escursionisti che desiderano camminare più a lungo è possibile proporre un giro ad anello che partendo dalle alture di Alassio raggiunge la vetta del Monte Bignone (da non confondere con il Monte Bignone di Sanremo), scende verso Albenga e ritorna per la strada romana.

Dislivello circa +/- 500 m tempo 3,30 / 4 ore circa

 

Da Drego al passo della Mezza Luna

Drego è un piccolo insediamento che si trova quasi al confine fra la Valle Argentina e la Valle Arroscia. Matteo è un giovane della valle che ha recuperato quassù alcuni casolari e aperto un grazioso agriturismo che si chiama “La fontana dell’Olmo”. Un sentiero conduce dall’abitato al passo della Mezza Luna, importante crocevia lungo la “Strada Marenca”. Attraveso prati, boschi di larici e faggete, si giunge al “Sotto di San Lorenzo, dove si possono osservare misteriose coppelle incise nella pietra e, sul crinale, una curiosa pietra, da molti ritenuta un menhir. Il luogo è affascinante e avvolto dal mistero. Dopo il pranzo al sacco si conclude l’anello con una sosta agli straordinari campi di lavanda della famiglia Cugge, dove le fasce terrazzate si tingono di blu da maggio a fine luglio, testimoniando una tradizione altrove quasi scopmparsa.

Dislivello: + 500 m / -500 m circa

Al ritorno lungo la statale è possibile effettuare una sosta per la visita della distilleria, al museo e alla fattoria didattica della lavanda. Visita al frantoio e Museo dell’Olio

Degustazione vini press presso la Banca del vino di Badalucco. Visita Museo ceramica

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...